ISO 26000

ISO 26000

La governance della responsabilità sociale

Vuoi conoscere più nel dettaglio quali benefici offrirebbe la ISO 26000 alla tua impresa? Contattaci per ricevere una gap analysis gratuita

ISO 26000 Vantaggi

L’azienda che adotta la ISO 26000 gode di innumerevoli vantaggi in termini di:

  • Accrescimento del capitale reputazionale dell’organizzazione
  • Miglioramento dei rapporti con istituzioni e società civile
  • Maggiore coesione interna all’organizzazione
  • Fiducia da parte del consumatore o utente finale
  • Ottenimento di incentivi pubblici e sgravi assicurativi (es. OT24)

Che cos’è la ISO 26000

La ISO 26000 è una norma pubblicata dalla International Organization for Standardization nel 2010. Questo standard internazionale rappresenta una linea guida utile per tutti i soggetti interessati a contribuire allo sviluppo sostenibile, integrando il concetto di responsabilità sociale, ad ogni livello organizzativo. 

La ISO 26000 fornisce una definizione di responsabilità sociale d’impresa (corporate social responsibility) diffusamente riconosciuta. La norma intende la responsabilità sociale d’impresa come la responsabilità che un’organizzazione si assume per gli impatti che le proprie scelte, i suoi prodotti e servizi, e le sue attività in genere, hanno sull’ambiente circostante. 

Tale responsabilità, si assume tramite l’adozione di principi e pratiche socialmente responsabili, attuati nell’ambito di un’organizzazione, attraverso politiche e prassi che intervengono sulla propria sfera di influenza, e tramite un costante coinvolgimento degli stakeholder.

La ISO 26000 non è una norma sviluppata ai fini della certificazione, e non prevede l’implementazione di un sistema di gestione. Lo standard non si basa su dei requisiti di conformità, ma verte attorno a sette temi fondamentali, tra loro correlati: 

Come adottare la ISO 26000 all’interno di una organizzazione

La principale caratteristica della ISO 26000 è quella di garantire un approccio olistico, che permette di affrontare nella maniera più idonea per una organizzazione i temi emergenti in materia di sostenibilità. La ISO 26000 non prevede requisiti vincolanti, ma offre piuttosto l’opportunità di valorizzare gli impegni assunti in ambito sociale e ambientale, integrandoli sotto una gestione univoca e condivisa. 

In questo modo le varie iniziative intraprese da un’organizzazione non hanno più un carattere estemporaneo ma acquisiscono una dimensione strategica, contribuendo attivamente al conseguimento di obiettivi di sostenibilità sfidanti e innovativi

ISO 26000 con NUVA: il nostro approccio

Grazie ad un’esperienza consolidata nell’ambito della responsabilità sociale, NUVA è in grado di supportare il processo di adesione ai principi ISO 26000, per organizzazioni operanti in qualsiasi Paese o settore industriale. 

Partendo da una accurata mappatura dei processi e delle aree di impatto, NUVA identifica la materialità delle tematiche attraverso il coinvolgimento degli stakeholder interni ed esterni all’organizzazione. SI procede dunque al perfezionamento e la sistematizzazione delle prassi in essere, definendo un piano di azione che permetta di raggiungere gli obiettivi di sostenibilità attesi. NUVA offre un supporto che accompagna l’organizzazione in ogni fase del percorso, dalla formazione delle risorse interne, sino alla valutazione periodica del livello di avanzamento delle azioni programmate. 

Esiste una certificazione ISO 26000?

La ISO 26000 non prevede l’implementazione di un sistema di gestione, e risulta ad oggi non certificabile. Parlare di certificazione ISO 26000 è quindi non corretto.

Che tipo di attestazione si ottiene a fronte della ISO 26000?

Lo Standard ISO 26000 abbraccia tematiche attuali e di grande rilevanza. Nonostante ciò, nel corso degli anni, non ha riscontrato il livello di diffusione atteso dalle parti interessate che hanno contribuito al suo sviluppo. Tra i principali ostacoli alla affermazione della ISO 26000 come norma di riferimento internazionale in materia di sostenibilità, è rappresentato dall’impossibilità di certificarsi rispetto ad essa.
Risulta opportuno sottolineare come questo limite sia stato rilevato dall’UNI (Ente Italiano di Normazione), che ha promosso la redazione di una prassi di riferimento, che offrisse degli indirizzi applicativi per l’implementazione della ISO 26000.
Nel 2016, a fronte della collaborazione con Fondazione Sodalitas, è stata così pubblicata la UNI/PdR 18:2016, una prassi di riferimento a fronte della quale è possibile ricevere una attestazione di parte terza, che fornisca evidenza dell’adesione ai contenuti della norma.

Come integrare ISO 26000 e bilancio di sostenibilità?

Alla base della ISO 26000 vi sono dei termini ricorrenti nel lessico della sostenibilità, come quello di materiality (la rilevanza assunta per l’organizzazione e i suoi stakeholder) e accountability (la responsabilità di rendere conto). Questi vocaboli hanno un significato profondo, e rappresentano dei concetti cardine su cui si fondano i processi di rendicontazione non finanziaria. Risulta quindi evidente la connessione e la possibilità di integrazione tra un percorso di adesione alla ISO 26000 e la predisposizione di un bilancio di sostenibilità. Il bilancio di sostenibilità è infatti lo strumento attraverso il quale, con massima trasparenza, le organizzazioni rendono conto delle proprie performance sociali, ambientali ed economiche alle loro parti interessate. Esso costituisce una delle diverse declinazioni di quella responsabilità sociale che un’organizzazione può assumersi facendo propri i principi della ISO 26000. Va inoltre sottolineata l’affinità tematica – seppur parziale – tra i contenuti della ISO 26000 e i GRI Standards, i principali standard di riferimento per la rendicontazione in materia di sostenibilità.

ISO 26000 Vantaggi

L’azienda che adotta la ISO 26000 gode di innumerevoli vantaggi in termini di:

  • Accrescimento del capitale reputazionale dell’organizzazione
  • Miglioramento dei rapporti con istituzioni e società civile
  • Maggiore coesione interna all’organizzazione
  • Fiducia da parte del consumatore o utente finale
  • Ottenimento di incentivi pubblici e sgravi assicurativi (es. OT24)

Vuoi conoscere più nel dettaglio quali benefici offrirebbe la ISO 26000 alla tua impresa? Contattaci per ricevere una gap analysis gratuita

Clicca qui per effettuare il download della UNI/PdR 18:2016 in formato pdf.

Business line